Emanuele della Torre

BIOBYTE s.r.l.

Società Italiana con sede a Milano operante in ambito nazionale ed estero specializzata nel campo della fisica ambientale e delle costruzioni civili e industriali, negli studi di impatto, nella diagnostica, nell’acustica e nella termofisica applicata agli edifici, nella progettazione acustica integrata con la scenotecnica, multimedialità e illuminotecnica, degli interni di teatri, centri congressi, studi di registrazione, multisale cinematografiche, edifici per il culto e uffici.

Fra gli altri si menzionano i seguenti lavori:

byte1

MH CONTRACT s.r.l.

Società italiana con sede a Bergamo specializzata nella gestione di cantiere con particolare rilevanza agli aspetti dell’acustica e dell’energetica. MH Realizza e gestisce le forniture e la messa in opera di componenti speciali per teatri, sale conferenze, cinema ecc.. Ad esempio si occupa della progettazione esecutiva e della realizzazione dei rivestimenti per la modulazione della acustica variabile o dei sistemi fonoassorbenti per sale conferenza.

Fra gli altri si menzionano i seguenti lavori:

MY

SUISSE CONSULENCES SAGL
Società svizzera della regione del Canton Ticino che opera nell’ambito delle consulenze specialistiche per l’esecuzione di progetti di elevata complessità. Le tematiche di lavoro riguardano la progettazione integrata con rilevanza agli aspetti delle strutture, dell’energetica e dell’acustica. Suisse Consulences Sagl vanta un discreto vissuto professionale nella soddisfazione di esigenze progettuali di direzione lavori ed assistenze sino al collaudo.

Fra gli altri si menzionano i seguenti lavori:

Suisse

RUGBY: SCHEDA PROGETTO
Esemplificazione analisi e progettazione integrata

rugby

Descrizione dell’opera
Il progetto per realizzazione della nuova Club House si inserisce nell’ambito della progettazione integrata, in cui sono stati utilizzati in prevalenza materiali innovativi, all’avanguardia e a basso impatto ambientale. In particolare per la struttura portante del complesso è stato impiegato un materiale composito, la vetroresina VTR, avente doti favorevoli di leggerezza, resistenza chimica e meccanica e durabilità nei confronti dell’azione sismica. La struttura del sistema edilizio è ad anello, con portali costituiti da elementi portanti in vetroresina che si ripetono modularmente per garantire regolarità strutturale e sono opportunamente controventati, sempre con profili in VTR. Tali portali, concepiti anche per garantire le adeguate pendenze di smaltimento acque delle coperture, si innestano con tira-fondi sulla platea nervata in cemento armato. Le giunzioni di forza fra le membrature in VTR sono state realizzate con giunti e viti in acciaio inox.
Il progetto, come detto, rientra in quella che è definita essere una progettazione integrata e comprende, appunto, tutti gli aspetti della progettazione edilizia (architettonica, energetica, impiantistica, acustica etc,) grazie alla quale è stato possibile realizzare un’opera con alto elevato livello di sostenibilità e qualità a costi ridotti. Le lavorazioni principali, infatti, sono avvenute in officina mentre in opera sono stati eseguiti in prevalenza montaggi di elementi prefabbricati.
L’attenzione per l’energetica ha consentito di restituire un edificio NZEB (Near Zero Emission Building) permettendo un netto abbattimento dei costi di gestione della quota energia. Le partizioni perimetrali sono realizzate a secco con una doppia pelle anch’essa in vetroresina e una doppia imbottitura con termoisolanti e fonoassorbenti capaci di ottimizzare la resa termo-acustica del sistema. Il montaggio di tutti i componenti è stato eseguito a secco anche per le partizioni interne concepite per accogliere l’impiantistica, con elementi interamente in VTR (lastre e strutture) su cui sono state direttamente realizzate le finiture. Per il progetto impianti sono state utilizzate tecnologie ad alto rendimento abbinando caldaie a condensazione, pannelli fotovoltaici amorfi e collettori solari con un unico sistema di accumulo intelligente per la produzione dell’acqua calda sanitaria destinata in prevalenza alle docce.
Le ampie vetrate consentono un ottimo uso della luce diurna e sono schermate dall’irraggiamento con vetri capaci di filtrare la componente infrarossa cui è associato il maggior trasporto di calore.
La finitura della pavimentazione è stata infine realizzata direttamente sulla platea, isolata dal terreno, con vetro cellulare espanso avente anche la funzione di barriera contro la risalita dall’umidità e del radon.

Ing. Emanuele Della Torre


Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi