IL WEEK END OVALE DEL VELATE RUGBY

IMG_9889

4-5 novembre 2017

UNDER 6

05-11-17 AMATORI & UNION RUGBY MILANO

È stata una domenica di pioggia ma tutta l’acqua scesa non è riuscita a spegnere la gioia e la voglia di giocare dei nostri piccoli campioni. Hanno vinto 4 partite su 8, ma più importante di tutto hanno vinto l’acqua, il vento, il freddo.

Un plauso speciale agli allenatori Curzio e Olly e al lavoro paziente del TM Maurizio!

La giornata non e di quelle che promettevano bene. C’era da svegliarsi presto e fuori è ancora buio. Bisogna fare colazione in fretta e qualcuno non fa in tempo.  E soprattutto fuori c’è la pioggia, tanta pioggia.
Alle 8.45 diciassetti bimbi si presentano puntuali in campo a Milano, già un pò infreddoliti e bagnati, accompagnati dai rispettivi genitori…molti pensano se sia davvero opportuno lasciare giocare il proprio figlio con quelle condizioni meteo ma nessuno ha un’esitazione e tutti li esortano a dare il massimo e divertirsi.
Ed eccoli indossare la divisa del Velate Rugby 1981: diciassette bambini si trasformano improvvisamente in diciassetta fieri atleti.
Gli allenatori Danilo e Daniele sapientemente danno loro la carica e le ultime indicazioni e loro li ripagano con quell’entusiasmo e quel sorriso che solo dei bambini hanno il potere di donare agli adulti.
Poi fuori tutti; si inizia a giocare. Genitori sugli spalti, accompagnatori a bordo campo ma soprattuttto diciassette piccoli atleti in campo tutti sotto la pioggia come una grande “mischia” che spinge compatta, uniforme e costante e non fa mai mancare il sostegno.
La pioggia è davvero battente ed a un certo punto si alza anche un ventro freddo; le avverse condizioni meteo sono un avversario in più, sino ad oggi sconosciuto per il Velate.
I piccoli atleti ciò nonostante sfidano con lealtà e coraggio altre squadre e resistere per ben sei partite non è impresa semplice.
Molti hanno freddo e sono stanchi; tutti sono inzuppati dall’acqua che non lascia loro tregua ma anche se battono i denti sono sempre pronti a dare il massimo per i loro allenatori e i loro compagni.
I bambini non si risparmiano, non cercano di preservarsi; è quasi commovente assistere alle partite dove i piccoli atleti danno sempre tutto quello che hanno….la spinta di tutta la “mischia” ed il sostegno non manca mai.
E non importa il risultato – il Velate in ogni caso ha realizzato un ottimo piazzamento – perchè un’altra importante ed inedita sfida è vinta.
E’ stata una grande vittoria per tutti, per il movimento del Velate, per il rugby; è stata una grande giornata di sport.
Finalmente arriva la doccia calda ed il terzo tempo.
Gli atleti riabbracciano il loro genitori che tirano un sospiro di sollievo e tornano bambini da coccolare, da consolare e da accompaganare l’indomani a scuola ma, stavolta, un pò più uomini….di cui andare veramente orgogliosi.

UNDER 8

La giornata non e di quelle che promettevano bene. C’era da svegliarsi presto e fuori è ancora buio. Bisogna fare colazione in fretta e qualcuno non fa in tempo.  E soprattutto fuori c’è la pioggia, tanta pioggia.
Alle 8.45 diciassetti bimbi si presentano puntuali in campo a Milano, già un pò infreddoliti e bagnati, accompagnati dai rispettivi genitori…molti pensano se sia davvero opportuno lasciare giocare il proprio figlio con quelle condizioni meteo ma nessuno ha un’esitazione e tutti li esortano a dare il massimo e divertirsi.
Ed eccoli indossare la divisa del Velate Rugby 1981: diciassette bambini si trasformano improvvisamente in diciassetta fieri atleti.
Gli allenatori Danilo e Daniele sapientemente danno loro la carica e le ultime indicazioni e loro li ripagano con quell’entusiasmo e quel sorriso che solo dei bambini hanno il potere di donare agli adulti.
Poi fuori tutti; si inizia a giocare. Genitori sugli spalti, accompagnatori a bordo campo ma soprattuttto diciassette piccoli atleti in campo tutti sotto la pioggia come una grande “mischia” che spinge compatta, uniforme e costante e non fa mai mancare il sostegno.
La pioggia è davvero battente ed a un certo punto si alza anche un ventro freddo; le avverse condizioni meteo sono un avversario in più, sino ad oggi sconosciuto per il Velate.
I piccoli atleti ciò nonostante sfidano con lealtà e coraggio altre squadre e resistere per ben sei partite non è impresa semplice.
Molti hanno freddo e sono stanchi; tutti sono inzuppati dall’acqua che non lascia loro tregua ma anche se battono i denti sono sempre pronti a dare il massimo per i loro allenatori e i loro compagni.
I bambini non si risparmiano, non cercano di preservarsi; è quasi commovente assistere alle partite dove i piccoli atleti danno sempre tutto quello che hanno….la spinta di tutta la “mischia” ed il sostegno non manca mai.
E non importa il risultato – il Velate in ogni caso ha realizzato un ottimo piazzamento – perchè un’altra importante ed inedita sfida è vinta.
E’ stata una grande vittoria per tutti, per il movimento del Velate, per il rugby; è stata una grande giornata di sport.
Finalmente arriva la doccia calda ed il terzo tempo.
Gli atleti riabbracciano il loro genitori che tirano un sospiro di sollievo e tornano bambini da coccolare, da consolare e da accompaganare l’indomani a scuola ma, stavolta, un pò più uomini….di cui andare veramente orgogliosi.

UNDER 14  

Bergamo – Velate A 42-17
Dopo un bel primo tempo che ha visto le due compagini sfidarsi a visto aperto senza trovare un padrone assoluto del campo e finito 12 pari, nel secondo cediamo di schianto senza attenuanti , si è spento qualcosa.
Il morale rimane alto visto il clima all’interno dello spogliato, ma adesso sono “belve” ferite e vogliono riprendersi in quel di Calvisano .
Bergamo – Velate B 12 – 60
Corsa, intensità ed organizzazione, i nostri hanno lasciato veramente poco ai nostri avversari.
Ancora qualche partita così e siamo pronti per giocate la rivincita con Milano alla pari o quasi.
Un plauso particolare ai supporters al seguito che hanno invaso letteralmente Bergamo!
Semplicemente grandi.
Noi ovunque perché
a Velate nulla è impossibile.

UNDER 16

III partita Girone 2  Velate Rugby – Rugby Rho

Dopo un inizio di campionato difficile con 2 sconfitte con Franciacorta in casa e Bergamo in trasferta finalmente arriva una bella prova di carattere e i primi punti in campionato in casa con Rugby Rho.

Una giornata decisamente autunnale con pioggia attende gli atleti delle 2 squadre che si presentano puntuali alle 10 al campo di Velate.

Pronti partenza via, si comincia e siamo già in meta con un’azione velocissima, al secondo minuto, sono già in cassaforte i primi 5 punti. Trasformazione riuscita e punteggio sul 7 – 0.

Rho si riassesta e ci fa soffrire per tutti i successivi minuti che mancano al riposo, giochiamo praticamente sempre in difesa nella nostra meta campo, guerra di trincea totale a difesa della propria linea che però soccombe per ben 2 volte, per fortuna nostra zero trasformazioni e il tempo quindi finisce sul punteggio di  7 – 10 per gli ospiti.

Ripresa, i nostri più decisi si riportano in attacco, riusciamo a giocare nella loro metà campo e sul finire di una lunga azione nei loro ventidue troviamo la nostra seconda meta su una decisione di gioco sbagliata ma che ci porta comunque ai fatidici 5 punti. Trasformazione errata per pochissimo e rimaniamo sul 12 – 10. Si torna a macinare gioco, cartellino giallo al capitano azzurro per fallo di reazione e 10 minuti fuori ma la squadra reagisce bene e nonostante l’inferiorità numerica regge il confronto e con un calcio di punizione allunga pure il vantaggio portandosi sul 15 – 10. Si gioca costantemente nell’area di meta avversaria. Rientro dell’ammonito e parità numerica riportano il Velate in meta, la terza meta della giornata che con relativa  trasformazione porta il risultato sul 22 – 10 finale.

Sono arrivati i primi punti in campionato, prossimo appuntamento sabato 11 novembre a Trescore Balneario con i Raptors.

UNDER 18

Battaglia nel fango.

Al campo Invernici di Brescia i nostri under18, schierati con i rossi del rugby Monza, hanno sfidato le intemperie prima ancora che la voglia di far risultato del XV bresciano. Su un terreno ai limiti della praticabilità sono stati i padroni di casa ad avere la meglio di misura (10-6) ma, anche questa volta, i “calzettoni bianco-azzurri” hanno dato il loro contributo in una gara tiratissima finita in favore dello Junior Club Brescia solo dopo il contestano annullamento della metà bianco-rossa che avrebbe significato la vittoria.

 


Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi